In rete (e non) se ne sentono di tutti i colori: dalla bassissima resa al fatto che l’olio di quest’anno possa nuocere alla salute. Dalla scarsa qualità del prodotto finito all’elevatissima acidità.

Qualcosa è vero, altro per fortuna no. Sicuramente è un periodo molto difficile per il comparto dell’Olio d’Oliva (non che sia mai stato un mondo “semplice”…) ma è meglio far chiarezza in modo che non siano sempre i produttori onesti ed i consumatori attenti ad andarci di mezzo.

Noi abbiamo scelto di mostrarvi, passo dopo passo, come sta procedendo la campagna olearia di alcune nostre eccellenze

A far chiarezza ci prova Alberto Grimelli con il suo articolo su Teatro Naturale servendosi dell’aiuto del Professor Maurizio Servili dell’Università di Perugia.

E’ comunque un argomento delicato che non va trascurato e merita di essere approfondito.

Sono graditi commenti per esprimere dubbi, precisazioni o per domandare chiarimenti. Ci auguriamo possa servire a tutti per un consumo più consapevole.

Ti potrebbe interessare anche...

Pin It on Pinterest

Share This